Categorie
Benessere

Esplorando l’universo dello Yoga con Martina, Maestra di Yoga Ashtanga

Nel vasto panorama delle discipline olistiche e degli stili di vita in sintonia con il benessere interiore, c’è un’arte millenaria che si distingue per la sua profonda connessione tra mente, corpo e spirito. Stiamo parlando dello Yoga, molto più di una semplice attività fisica, bensì un autentico sentiero verso l’equilibrio e la consapevolezza.

In questo affascinante viaggio all’interno dell’universo dello Yoga, abbiamo avuto il privilegio di incontrare Martina Feo, un’anima appassionata e un’istruttrice di yoga con una prospettiva unica su questa disciplina. Martina è specializzata nello yoga Ashtanga e Vinyasa, uno stile di yoga particolarmente dinamico. Insegnando yoga presso il suo studio privato ha l’opportunità di essere costantemente a contatto con altre persone e contribuire al loro benessere.

In questa emozionante intervista, Martina condivide con noi i segreti di come lo yoga si è trasformato per lei in uno stile di vita ispiratore e come ha abbracciato questa arte per guidare gli altri lungo il cammino della serenità e dell’auto-scoperta.

D: Ciao Martina, è un piacere conoscerti e innanzitutto benvenuta nell’atmosfera magica de IL Borgo Zen!

R: Grazie per questa opportunità, parlare di yoga è per me un piacere. Da 7 anni ho dedicato la mia esistenza all’esplorazione dello yoga. La mia avventura è cominciata in qualità di praticante, ma con il tempo, l’interesse profondo che nutrivo per questa disciplina si è trasformato in una profonda passione. Attraverso un percorso di approfondimento e dedizione, ho tessuto legami profondi con questa arte, scegliendo consapevolmente di darle un ruolo prioritario nella mia vita.

D: Come è entrato lo yoga nella tua vita? Come è nata questa passione?

R: Lo Yoga è entrato nella mia vita circa 7 anni fa, a seguito di un periodo di insoddisfazione e “sofferenza” personale. Cercavo qualcosa che mi fermasse i pensieri senza portarli oltre. Direi che ha funzionato appieno!

D: Come è cambiata la tua vita da quando hai iniziato? Qual è il cambiamento più significativo che hai osservato nella pratica dello yoga?

R: Diciamo che per vedere e sentire dei veri cambiamenti ci è voluto del tempo. Per la mia storia personale fin da subito finita la lezione mi sentivo più scarica e serena. Piano piano questa sensazione si è estesa anche ai giorni in cui non praticavo.

D: Lo yoga non è una semplice attività per il corpo e la mente, bensì una vera filosofia di vita. Come ha influenzato il tuo modo di vivere e la tua visione del mondo? E che effetti ha questa disciplina sul rapporto con noi stessi e con gli altri?

R: Sicuramente ha migliorato la mia autostima, la consapevolezza verso I miei punti di forza e di debolezza. Mi ha insegnato ad ascoltarmi e a volermi bene. Mi ha reso più aperta e più empatica verso il prossimo. Anche se il suo pensiero è opposto al mio, lo accetto con pace ed armonia.

D: Che cosa ti ha insegnato e può insegnare lo yoga?

R: Credo che la lezione più grande sia riconoscersi e conoscersi. La possibilità di avere molta più consapevolezza di sé e del proprio io (paure, ansie, pensieri che possono scaricarsi sul corpo). Diciamo che oggi, presto molto più attenzione alla qualità dei miei pensieri.

esplorando-universo-yoga-martina-maestra-ashtanga-vinyasa-ilborgo-zen

D: Hai attraversato momenti o fasi difficili in cui lo yoga ti ha sostenuta e trasmesso forza. In che modo? Come potrebbe essere d’aiuto ad altre ragazze /i come te?

R: Sicuramente si. Ad esempio ho dovuto affrontare la morte di mio padre. Lo Yoga è stato un surplus e un aiuto enorme, innanzitutto mi ha insegnato ad accettare le cose per quelle che sono e ad accettare anche il senso di morte, che noi occidentali vediamo con molta paura. Secondo me può aiutare chiunque nella situazione in cui si trova, che può essere avere l’ansia per un esame o sentirsi sempre sotto pressione o dover sempre dimostrare di valere qualcosa.

D: Come hai deciso di diventare insegnante di yoga?

R: Credo che fosse semplicemente il lavoro destinato a me. Ero stufa di lavorare come impiegata commerciale e segreteria. Questi lavori non mi davano più soddisfazione, ma solo un grande senso di frustrazione. Mi sono buttata in qualcosa che sentivo potesse essere d’aiuto anche per gli altri. Il tempo poi mi ha dato conferma che la mia scelta di licenziarmi e vivere di solo yoga, fosse la cosa giusta.

D: Che cosa hai studiato e che corsi hai fatto per diventare un’insegnante yoga? Prima di fare ciò che fai oggi che lavoro facevi? Cosa ami di più del tuo lavoro?

R: Ho scelto da praticante uno stile di Yoga chiamato Ashtanga e ho iniziato e continuato a studiare il filone. Così sono diventata insegnante con un corso di un anno che mi ha rilasciato il primo attestato per insegnare. Se posso dirla tutta, il sapere passa dallo studio, ma soprattutto dal continuo studio sulla propria pratica personale. Senza di esso è un percorso a metà. La parte più gratificante è vedere il seme dello Yoga germogliare in maniera differente, in base alle diverse esigenze, in ognuno dei miei allievi. Assistere alla loro trasformazione fisica e mentale è un riscontro che non ha eguali.

D: Puoi dirci di più sulla tua attività? Quali aspetti dello yoga sei più entusiasta di insegnare? Che tipo di yoga insegni?

R: Insegno a Vercelli, in uno studio di Yoga creato da me lo scorso anno. Lo yoga che pratico e di conseguenza insegno è di tipo dinamico, come dicevo Ashtanga e Vinyasa. Nelle mie lezioni cerco di creare un mix tra Yoga, mobilità, respirazione, esercizi di consapevolezza. Inoltre unisco anche le mie esperienze precedenti nello sport (13 anni di ginnastica ritmica 13 anni e 5 anni di crossfit) creando un metodo del tutto personale.

D: Pensi che ognuno possa fruire e beneficiare dallo yoga? Quali passi si possono fare per includere lo yoga nella routine quotidiana? Qual è il tuo miglior consiglio?

R: Lo Yoga dovrebbe essere praticato da tutti almeno una volta a settimana, come atto di presenza verso se stessi e il mondo. Io consiglio sempre di farlo in presenza, evitando, quanto possibile, di seguire video o lezioni preregistrate. Avere un insegnante valido che ti guida è sicuramente cosa buona e giusta. Lo yoga non è una disciplina che si può improvvisare, dietro a degli semplici Asana (figure) ci sono movimenti sottili e profondi che solo una lezione in presenza o con un insegnante che ti segue e ti consiglia, ti può lasciare.

D: Che consiglio daresti a una persona che non ha mai praticato yoga ma vorrebbe avvicinarsi a questa disciplina? Qual è il modo migliore per cominciare e cosa bisogna tenere a mente?

R: Di essere aperto e di darsi del tempo per comprenderlo, non scappando subito dalla porta da cui è entrato. La lezione maggiore che lo yoga ti dirà è che necessita di tempo per essere assorbito e integrato. Quindi bisogna avere molta pazienza. Questo è un grande insegnamento!

D: IL Borgo Zen, centro olistico in Val Taleggio, ospita regolarmente eventi e corsi di yoga. Cosa dovrebbe avere una location per ospitare al meglio una lezione di yoga? Cosa cerchi tu per poter insegnare questa disciplina nel migliore dei modi?

R: Per insegnare yoga diventa fondamentale un ambiente accogliente e caloroso che ti faccia sentire come a casa. Ti metta a tuo agio e nel mood giusto per affrontare la lezione in modo concentrato. Uno spazio silenzioso e luminoso, ed il massimo sarebbe avere uno spazio verde all’aperto, dove praticare immersi completamente nella natura. Se aggiungi la possibilità di pranzare/cenare con healthy food (vegetariano e vegano) e alimenti a km 0, questo diventa il luogo perfetto. IL Borgo Zen ha tutto questo, ed è sicuramente la location ideale per i corsi di yoga e meditazione. Lo suggerisco personalmente a tutti coloro che vogliono vivere un’esperienza unica e fuori dal comune.

D: Purtroppo, abbiamo concluso la nostra intervista e ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato e gli spunti interessanti. Ora ci puoi dire se hai un canale dove possiamo contattarti e tenerci aggiornati sulle tue prossime lezioni?

R: Ringrazio ancora io voi per questa bellissima opportunità e per avermi accolta nella vostra splendida location. Potete contattarmi sulla mia pagina Instagram martina_vinyasayoga dove vi potrete unire al mio mondo e scoprire cos’è una pratica yoga.

esplorando-universo-yoga-martina-maestra-ashtanga-vinyasa

Sono Veronica, digital marketing addicted e copywriter per professione. Scrivo testi che emozionano con anima SEO. Sono un’appassionata da sempre del web e delle tecnologie digitali. Mi definisco una persona curiosa intraprendente, determinata, e flessibile.

0